Autostoppisti fantasma, strane storie di apparizioni notturne

Il fenomeno degli autostoppisti fantasma è diffuso in tutti i paesi del mondo. Esistono migliaia di testimonianze reali di persone che hanno vissuto questa esperienza e sono altrettante quelle che per timore di essere derisi, dai familiari o dagli amici, non lo hanno mai raccontato a nessuno.

In questa categoria di fenomeni paranormali troviamo ad esempio la famosa storia di Teresa Fidalgo, il fantasma di una ragazza morta che fa l’autostop, con un video che da anni circola sul web e che continua a far discutere gli utenti dei social.


Ma anche nel nostro Paese si verificano episodi di questo genere e noi di queste storie vere di autostoppisti fantasma ve ne proponiamo alcune:

Bologna, 12 luglio 2015. Stavo tornando a casa da solo, dopo una serata trascorsa in un pub del centro con amici, quando, passando vicino al cimitero, ho visto un ragazzo in piedi sul ciglio della strada che chiedeva un passaggio.

Ricordo bene che aveva il volto pallido e teneva il casco in mano. Vista l’ora tarda, mi accostai al marciapiede e lo feci salire in macchina. Non mi disse come si chiamava, ma la cosa sconcertante fu che dopo un centinaio di metri, quando gli chiesi dove doveva scendere era sparito. Incredibile davvero, mi voltai e non c’era più! Frenai di colpo e scesi dalla macchina, potete immaginare come mi sentivo, ero incredulo, tremavo e avevo bisogno di prendere una boccata d’aria fresca.

Non parlai con nessuno di quello che mi era accaduto, però chiedendo delle informazioni in giro ho scoperto che in quella strada appare spesso il fantasma di un ragazzo morto tre anni fa, in seguito ad un incidente in moto.
Autostoppisti fantasma, strane storie

La dinamica di questa drammatica storia è più o meno simile a tante altre: un ignaro automobilista che incontra per caso un passante fermo ai bordi della strada che fa l’autostop.

L’automobilista lo fa salire in auto e dopo aver percorso un breve tragitto si accorge di essere inspiegabilmente rimasto solo nell’abitacolo.

Bisogna comunque sottolineare che già da tempo numerosi esperti hanno classificato questo “canovaccio” nella categoria “urban legends”, ovvero leggende urbane o metropolitane, nate dalla fantasia popolare e con un tasso di attendibilità vicino allo zero.

Ma allora le storie degli autostoppisti fantasma sono tutte false? Non proprio, va sempre tenuta in considerazione la “fonte” della storia, se abbiamo fiducia in chi la racconta allora c’è da crederci!


Guarda anche:

50 Comments on “Autostoppisti fantasma, strane storie di apparizioni notturne”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *