Casa al mare con fantasma. L’apparizione che ci ha salvati …


Vi racconto cosa mi è successo nella casa al mare. Mio padre era scettico sulle storie di fantasmi, ma dopo la sua morte mia madre mi raccontò una strana storia su qualcosa che lui aveva visto con i propri occhi.

Casa al mare con fantasmaUna sera eravamo nella nostra vecchia casa al mare. C’era anche mia nonna e mi ricordo che lei ci insegnava una preghiera: “Se io muoio prima di svegliarmi, prego il Signore che si prenda l’anima mia”. Questa cosa mi appariva abbastanza strana perché non l’avevo mai sentita pregare prima. Comunque io e mio fratello minore (avevamo circa 9 e 7 anni) dormivamo nella stanza del seminterrato.

Ci metteva paura dormire laggiù, quindi per “proteggerci” facevamo una specie di fortino utilizzando materassi in schiuma di lattice e coperte. Mio fratello si addormentava sempre prima e io restavo sveglio e spaventato, così lasciavo la piccola lampada sempre accesa.

Una sera mia mamma cominciò a urlare contro di noi, svegliandoci e tirandoci su, perché la lampadina era caduta sul lettino e stava iniziando a bruciare il materasso di gomma piuma. Ci urlava che eravamo così stupidi da rischiare di far bruciare l’intera casa, per colpa di quel materasso.

Questo è successo circa 15 anni fa, ma lo ricordo ancora. La parte strana della storia era che mia nonna, per nessun motivo, ci avrebbe fatto recitare quella preghiera prima di andare a letto. Ma la cosa ancora più strana era ciò che mi raccontò mia madre dopo che mio padre è morto, esattamente quando avevo 17 anni.

Stavo chiacchierando con lei di argomenti spirituali quando fu lei stessa a ricordarmi cosa successe nella casa al mare (che ormai avevo dimenticato) e disse che nel bel mezzo della notte mio padre era agitato e l’aveva svegliata dicendole di aver visto qualcosa.

Alla base del letto c’era qualcosa che somigliava a una faccia blu che galleggiava nell’aria, un fantasma. Faceva così tanta paura che l’aveva visto saltare giù dal letto e girare intorno, cercando di capire cosa fosse. Fu allora che la mamma ebbe l’impulso di alzarsi e di accendere la luce.

Mentre si materializzava il fantasma, lei scese al piano di sotto per controllare me e mio fratello. Quando entrò nella stanza sentì puzza di bruciato e con sorpresa trovò i materassi e le coperte in mezzo alla stanza. Quando tirò su la coperta da sopra la nostra barricata, vide che la lampadina stava per bruciare il materasso di schiuma, mentre io e mio fratello stavamo dormendo.

Mi sembra inevitabile pensare che quel fantasma dal “volto blu” che vide mio padre, “non credente”, è stato un avvertimento che a noi stava accadendo qualcosa di brutto …


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *