Come vedere gli spiriti. Il motociclista morto in un incidente

Come vedere gli spiriti e come fare per poter comunicare con loro? Sono due domande che si pongono in molti. Esistono le risposte!

Non c’è un manuale che spiega come vedere gli spiriti, c’è solo una innata predisposizione personale nel percepire i fenomeni paranormali, per tutti gli altri vale la regola di non sottovalutare certi “segnali” della vita quotidiana, che sono la prova della presenza di spiriti.

Michela ci ha inviato la sua esperienza su come vedere gli spiriti e noi la vogliamo condividere con voi:

Siamo 4 sorelle e abbiamo perso nostra madre da piccole. Per il primo anno dopo la sua morte mamma è rimasta in casa. Lei è morta nel mese di febbraio il 2, e al mio paese fa molto freddo.

A quel tempo avevamo una stufa a legna e nostra madre puntualmente la ricaricava. Per noi era normale perché la si vedeva e ci parlavamo.

Poi abbiamo parlato con nostra nonna paterna e tutto è cambiato dicendo cose assurde.

Mamma era molto sensibile con il paranormale. E qualcosa ci ha trasmesso.


Io vedo i fantasmi, se proprio così si devono chiamare, a me piace più spiriti e spesso purtroppo andando in giro con l’auto vedo quelli che rimangono lì dopo l’incidente, anche se per poco tempo.

Il caso più eclatante è stato il motociclista: stavo percorrendo un rettilineo alla fine del quale vi era una rotonda con 3 uscite, una dava verso una galleria, un’altra portava in città e l’altra era il mio rettilineo, era piovuto tutta la mattina ma verso le 14.00 aveva smesso.

Comunque, immettendomi nella rotonda vedo un motociclista, non vedevo la moto, che sicuramente veniva coperta dalla visuale del monumento che si trovava dentro la rotonda. Credevo che l’asfalto bagnato lo aveva fatto scivolare, per cui accesi le 4 frecce e decisi di raggiungerlo e poi avrei chiamato i soccorsi.

Lui con le mani si toccava il casco, mi avvicinai e non riuscendo a vedere la moto mi sono preoccupata, perché sicuramente andava ad alta velocità e chissà dove era finita! Lui a caldo rischiava di non sentire le varie fratture/traumi (premetto che lavoro in ospedale e fino a 2 mesi prima proprio al pronto soccorso e conosco le conseguenze).

Ma … raggiunto il punto non c’era nessuno, se non pezzi di plastica. Ero incredula, lo avevo visto bene, era lì al 100% si teneva il casco con entrambe le mani. Non riuscivo a credere che fosse stato frutto della fantasia era lì, quello era il suo spirito.
come vedere gli spiriti

Non riuscivo a muovermi, quando un’altra auto si è fermata chiedendomi se stavo male. Risposi di no e mi sono avviata verso casa. Dovevo percorrere ancora 70 km ed ho impiegato quasi 2 ore per l’incredulità, per cercare di capire cosa fosse successo. Avevo visto lo spirito di un morto.

Il giorno dopo i giornali riportarono la notizia di un giovane centauro morto su quella rotonda all’incirca alle ore 13.00.

Questo è l’episodio più eclatante, degli altri non vedo perfettamente la forma coi vestiti ma una sagoma grigio scuro.

Però sono tranquilla li ho visti da sempre. Solo uno mi ha fatto i dispetti, non so chi era, mi accendeva i riscaldamenti in casa d’estate o mi spegneva le luci o mi spostava i vasi in soggiorno, lì per lì un poco di agitazione me la creava ma poi passava tutto.

Lo spirito ha smesso quando per l’ennesimo spostamento di vasi ho detto ”fai come vuoi, o mi dici di cosa hai bisogno o te ne puoi anche andare, ti apro la finestra e fai come credi io non ci sto più a questi scherzi”. Aprii la finestra e da quel giorno niente più.
Michela.


Guarda anche:

27 Comments on “Come vedere gli spiriti. Il motociclista morto in un incidente”

  1. Perchè tanto incredula se era già normale per lei vedere gli spiriti? O forse ho capito male, magari il motociclista è stata la prima esperienza dopo la mamma. Per quanto ‘spiacevole’ per chi le vivo, trovo molto comfortanti queste esperienze. Per me, danno ulteriore conferma di quello in cui credo. Grazie per aver condiviso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *