La mia terrificante esperienza Poltergeist in casa


Avere una esperienza poltergeist significa sostanzialmente assistere al movimento improvviso di oggetti, come quadri che si spostano o cadono, mobili che si muovono da soli, elettrodomestici che si accendono e si spengono, e altre situazioni insolite.

Avere una esperienza poltergeist è molto comune e sull’esistenza di questi fenomeni, non provati scientificamente, si parla già ai tempi dell’antica Roma e i casi di poltergeist continuano a verificarsi anche ai giorni nostri.

Come ci racconta questa testimonianza reale:
Le mie prime esperienze serie con il paranormale hanno avuto inizio quando mi sono trasferito a vivere con una mia fidanzata (poi diventata la mia ex-moglie), in un appartamento a due piani.

Lei aveva un figlio da un precedente matrimonio, che in quel periodo era molto piccolo, aveva circa 2 anni. Vivevamo in quell’appartamento da qualche mese, tutto andava bene fino a quando è accaduto il primo evento strano.

Avevamo l’abitudine di tenere la saliera poggiata sulla parte superiore della stufa, in cucina, e un giorno non si è più trovata, l’abbiamo cercata in tutta la casa, sopra e sotto, senza riuscire a trovarla. Come gran parte delle persone, non ce ne siamo più preoccupati pensando che prima o poi l’avremmo ritrovata.

Bene, è accaduto! Circa un mese dopo, la mia fidanzata uscendo dalla cucina mi ha detto: “dove hai trovato la saliera?”.

“Non l’ho trovata”, ho risposto, ma lei mi ha mostrato che la saliera si trovava misteriosamente di nuovo sopra alla stufa, dove la tenevamo di solito, tranne gli ultimi 30 giorni. Beh, inutile dire che eravamo entrambi un poco storditi dalla situazione e non ci è stato possibile trovare una spiegazione razionale, nessuno di noi due stava mentendo all’altro.


Più tardi quella sera, mentre io stavo guardando la TV e la mia compagna stava lavando i piatti, è venuta dalla cucina con uno sguardo allucinato e pieno di paura dicendomi che “Non poteva credere a quello che era appena successo”.

Mentre lei lavava i piatti, le ante sopra il lavello, che hanno le cerniere a molla e si chiudono a scatto sbattendo, si sono aperte da sole e poi richiuse lentamente, incredibile.

Una cosa assurda che non può mai accadere, a meno che qualcuno non le accompagna con le mani. Avevo avuto altre esperienze paranormali prima di incontrarla e sapevo che quello che avevamo in casa era una esperienza poltergeist.

Ma, fin qui, non era il caso di chiamare un esorcista, o cercare di contattare un team di ghost hunters.
La mia esperienza PoltergeistIl mese successivo è accaduta una cosa fuori dall’ordinario, la cosa più strana che mi era mai capitata. Io e la mia compagna lavoravamo presso la stessa azienda, siamo usciti la mattina tutti insieme, viaggiando nella stessa auto, e tornati a casa insieme. Nessun altro aveva accesso al nostro appartamento.

Un giorno normale come tutti gli altri, abbiamo chiuso la porta d’ingresso, preso la macchina, portato il bambino al nido e siamo andati al lavoro, quando siamo tornati a casa ci ha accolto uno spettacolo piuttosto sorprendente.

L’arredamento della casa era completamente riposizionato. Il divano era dall’altra parte della stanza, il tavolo spostato al centro, la TV era finita in sala da pranzo, ecc.

Quasi tutti i mobili del piano terra erano stati spostati da quella esperienza poltergeist. Pensai: “Perché qualcuno dovrebbe fare tutta questa fatica per spostare i nostri mobili”. Non mancava nulla, quindi non potevano essere stati i ladri!

Dopo che abbiamo risistemato tutto, rimettendo i mobili nella loro posizione ideale, è trascorso un altro mese prima che accadesse un altro strano episodio.

E qui notai che ogni evento paranormale stava accadendo lo stesso giorno esatto di ogni mese.

Quella sera, eravamo a letto ed ero ancora sveglio, ho sentito aprire la porta scorrevole nel piano di sotto. In un primo momento, pensai che in casa ci fosse un ladro, ho afferrato il mio fidato bastone di ferro che tengo sotto il letto, proprio per questo scopo, e lentamente e nervosamente sono sceso giù per le scale, ho guardato intorno e non c’era nessuno, la porta scorrevole era chiusa.

Cose come questa accadevano lo stesso giorno di ogni mese. Niente però sembrava malevolo, pareva di avere a che fare con uno spirito giocherellone, insomma un fantasma buono.

Quindi il mese ancora dopo, mentre ero sveglio, steso nel letto, ad ascoltare ancora una volta il rumore delle porte che si aprivano e chiudevano, vedo una luce da sotto la porta della camera da letto che lentamente si dissolveva. Non c’erano interruttori dimmer in casa (di quelli che variano l’intensità della luce), eppure questa luce era molto strana, per alcuni minuti aumentava e poi diminuiva.

Nella mia giovinezza non ero senza paura come lo sono oggi (tranne per i ragni), bastone di ferro o no, però, non avevo voglia di aprire quella porta e indagare sulla strana luce, così mi addormentai.

Ora, mi dispiace non averlo fatto. Alla fine, ci siamo trasferiti, e tutto ciò che è successo in quell’appartamento è rimasto lì, anche i fantasmi. Non abbiamo avuto problemi nella nostra nuova casa. Normalmente, si dice che il poltergeist o è causato da un individuo o è collegato a un individuo.

L’unica cosa che posso pensare è che, poiché si trattava di un appartamento in condominio, una delle persone degli altri appartamenti potrebbe esserne stata la causa.

Peccato non aver aperto quella porta, chissà cosa potevo scoprire …


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

23 Commenti su “La mia terrificante esperienza Poltergeist in casa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *