iFantasmi.it

Storie vere di fantasmi.

La vecchia sulla sedia a dondolo

La vecchia nella sedia a dondolo
Lavoro in un piccolo ufficio assieme a una collega che però lavora fino alle 14:00 circa, i nostri capi sono raramente in ufficio, e dopo quest’ora resto da sola in ufficio. Un pomeriggio è entrata una donna molto vecchia e dall’aspetto strano e mi ha chiesto se poteva usare il nostro bagno. Ho pensato che fosse una richiesta davvero strana ed ero un po’ spaventata, dal momento che nel nostro ufficio non riceviamo il pubblico e io ero sola. Sono rimasta sorpresa quando me lo ha chiesto, ma l’ho gentilmente indirizzata verso il bagno.

Quando la vecchia è tornata mi ha chiamato “Un angelo della misericordia”. Continuavo a pensare a me stessa quanto fosse strana questa donna e continuavo a pregare che non stesse cercando di rubare qualcosa. Quando è andata via, passando davanti alla mia scrivania, ha agitato la mano mentre diceva: “Grazie mille, Dio manderà molte benedizioni su di voi” e poi è uscita.

Mi sono alzata per guardare fuori dalla finestra e vedere dove andava, ma non la vedevo da nessuna parte, ed era uscita dalla porta solo dieci secondi prima. Era una specie di spirito, un fantasma svanito velocemente nel nulla.
Sono sempre stata molto scettica sugli spiriti dei morti, ma un pomeriggio è successa una cosa ancora più strana.

Era domenica e mi trovavo a casa, fuori nel mio giardino a piantare dei fiori e a godermi l’aria pulita del pomeriggio. Erano circa le 14:00. Il sole era caldo e invitante. Non era proprio lo scenario ideale per la comparsa di un fantasma. Improvvisamente mentre ero piegata sulle gambe ho sentito una leggera brezza che soffiava dietro di me. All’inizio non ci ho pensato. Ma persisteva. Ho guardato in alto verso gli alberi nel retro del mio cortile. Non si muovevano. In realtà, niente si muoveva. Nemmeno le foglie delle piante intorno a me, ma la brezza soffiava. Era come se soffiasse solo su di me. Ho cercato di ignorarla e finire il mio lavoro. Ma la brezza soffiava un po’ più forte e ho sentito o meglio ho avuto la sensazione che qualcuno respirava dietro di me.

Mi sono alzata in piedi e di fronte a me, a una decina di metri, sotto al patio ho visto l’apparizione di quella che sembrava la vecchia che aveva chiesto il bagno. Era seduta sulla mia sedia a dondolo, e mi fissava. L’ho chiamata, non aspettandomi una risposta. Il vento si fermò. La sedia ha smesso di dondolare, lei mi sorrise e scomparve. Era un fantasma? Non ho idea chi fosse questa vecchia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *