Notte da incubo, la bambola posseduta dal demonio


Notte da incubo, la bambola possedutaHo trascorso una notte da incubo per una bambola posseduta. Adesso vi racconto la terribile storia che ho vissuto:
Un fine settimana ho fatto un giro con la mia bambina, in uno di questi mercatini delle pulci, che si trovano in tutte le città. Mi sono imbattuta in una bancarella che esponeva un sacco di oggetti, tra cui molti giocattoli. La maggior parte delle cose esposte erano doppie, perché quella roba era appartenuta a due gemelle.
Mia figlia aveva scelto una bambola, si era innamorata di questa sirena. Era uno di quei giocattoli con cui ci potevi giocare nella vasca da bagno. Così l’abbiamo portata a casa, gli ho messo le batterie nuove, ma l’aggeggio non funzionava. Ho tirato fuori le pile e ho spiegato a mia figlia che quel giocattolo non avrebbe mai funzionato, ma poteva comunque giocarci nella vasca.


Circa un mese dopo … a tarda notte, ero a casa da sola con i bambini. Mentre percorrevo il corridoio, ho sentito suonare della musica. In un primo momento il suono era molto debole e aveva un tono molto inquietante, sembrava quasi una musica funebre. Ho controllato i bambini e mi sono guardata attorno per vedere da dove la proveniva quella musica. Non sono riuscita a scoprirlo, sembrava che provenisse dall’esterno, ma non ero sicura. A un certo punto la musica si sentiva più forte e poi, ho cominciato ad avere paura, che notte da incubo! Ho chiamato mio marito al lavoro per raccontargli tutto … e fargli sentire la musica al telefono. Che aumentava di volume … si era fatta molto, molto forte. Così lui ha deciso di tornare a casa per controllare.

Mentre era sulla strada di casa, mio marito ha chiamato i miei genitori per farli venire a casa, fintanto che non sarebbe arrivato lui, e intanto aveva anche avvisato la polizia per fargli fare un controllo, nel caso ci fosse stato in casa qualcuno che cercava di spaventarmi.

Quando sono arrivati tutti, mio marito, i miei genitori e la polizia, la musica si era già improvvisamente interrotta. Gli agenti hanno fatto un controllo approfondito della casa, ma non hanno trovato nulla. Mio marito ha pensato che sarebbe stato meglio se io e i bambini quella notte ci trasferivamo a casa dei miei genitori.

Trascorsa la notte da incubo, la mattina dopo, mia madre voleva tornare a casa nostra, pensando che ci poteva essere una spiegazione logica alla misteriosa musica. Così, tornati a casa, ci siamo guardati intorno e in un primo momento non ho sentito niente, ma quando abbiamo oltrepassato il bagno principale, la musica ha iniziato di nuovo a suonare.

Eravamo così impauriti da non sapere cosa fare. Mia madre disse che sembrava come se la musica proveniva dal bagno. Ho aperto la porta, e quando siamo entrate a guardare … abbiamo visto la sirena, appoggiata contro il lato della vasca da bagno … i suoi capelli erano bagnati fradici e gocciolanti, come se qualcuno ci avesse appena giocato inzuppandoli sott’acqua … e i suoi occhi facevano paura, avevano uno sguardo insolito … non lo avevo mai notato prima.

Anche la musica era molto insolita … suonava come una marcia funebre, nulla che io abbia mai sentito provenire da un giocattolo. Mi chinai e raccolsi la bambola per spegnerla e quando la girai mi accorsi che … non c’erano le batterie! Mia madre ed io eravamo senza parole, quella bambola era posseduta.
E’ inutile dirvi che ci siamo subito liberati della bambola!


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

24 Commenti su “Notte da incubo, la bambola posseduta dal demonio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *