Quando i fantasmi attaccano le persone. Schiaffi, spintoni e strangolamenti


Ma i fantasmi attaccano le persone? Nelle storie di fantasmi che vediamo al cinema, gli spiriti sono quasi sempre maligni. Le sceneggiature, spesso drammatiche, ci propongono fantasmi vendicativi intenti a tormentare gli esseri viventi, sia attaccandoli fisicamente che spaventandoli, così tanto da spingerli a fuggire.

In realtà, in molti fenomeni in cui appaiono i fantasmi, questi sono innocui … per la maggior parte. I veri spiriti sono quelli che si manifestano per trasmettere un messaggio, oppure possono essere entità intrappolate nella nostra dimensione, che potrebbero non sapere di essere morte e molto raramente attaccano le persone.

Quando i fantasmi attaccano le persone

Tuttavia si sono registrati casi famosi di attacchi fisici, in particolare persone ossessionate e tormentate da entità paranormali e fenomeni di poltergeist.

Quindi i fantasmi ci possono attaccare? La risposta la troviamo in questi inquietanti episodi:



Essere svegliati nel sonno.
“Una notte, mentre dormivo, sono stata svegliata da uno schiaffo violento sul lato sinistro della faccia, dato con la mano aperta. Ho subito pensato che fosse mia sorella “burlona”, ma poi ho guardato l’orologio, segnava le 2:27 e mia sorella dormiva profondamente nell’altra stanza. E l’incubo non era finito.

Mi sono sentita tirare i capelli, così tanto da farmi sobbalzare. Poi, qualcuno o qualcosa ha cominciato a tirare giù il piumone dal letto, volevo urlare ma mi sentivo paralizzata. Improvvisamente ho sentito una voce bassa e rauca che mi diceva: “Ascoltami … Ascoltami …”. Poi le suppliche sono svanite nell’oscurità.

Essere spinti giù per le scale.
Venire schiaffeggiati nel sonno è una cosa, ma essere spinti giù per le scale, dove potresti anche spezzarti l’osso del collo, è un’altra. Eppure è quello che succede tante volte, quando i fantasmi attaccano le persone. Una coppia si era recata in un famoso hotel, che aveva la reputazione di essere infestato dal fantasma di una donna, morta tragicamente negli anni ’40 del secolo scorso, investita da un treno nei vicini binari della ferrovia. La coppia era lì per un doppio appuntamento, incontrare degli amici e sperare di vedere qualcosa di ultraterreno. “In camera, abbiamo visto il lampadario sopra il letto ondeggiare continuamente”, hanno raccontato. “Quindi eravamo contenti e soddisfatti di aver speso bene i nostri soldi”.

Ma per la coppia l’esperienza paranormale non era ancora finita, infatti la moglie ha aggiunto: “Mentre ci stavamo preparando a scendere le scale, per recarci al ristorante e incontrare i nostri amici, ho detto a mio marito di avvisarli, loro si sono alzati dal tavolo per venirci incontro. Mentre scendevamo le scale eravamo emozionati, non vedevamo l’ora di raccontare la nostra esperienza con i fantasmi, ma, all’improvviso sentii una violenta spinta sulla schiena e caddi giù per le scale, rovinosamente. Non c’era nessuno dietro di me … nessun vivente”.

Sentirsi strangolare.
Per quanto sia raro che i fantasmi attaccano gli esseri viventi, essere schiaffeggiati nel sonno o spinti giù dalle scale sono gli eventi più comuni, numerose persone raccontano anche della sensazione di essere strangolati. Questo di solito accade di notte. Un ragazzo racconta quello che gli è accaduto quando viveva in una casa di campagna – un posto che loro consideravano “infestato”. In famiglia erano convinti che lì c’era il fantasma del vecchio contadino che una volta viveva nella proprietà, morto in un incendio.

In quella casa si verificò una serie di strani incidenti, proprio come quando i fantasmi attaccano: colpi inspiegabili alle pareti e alle porte; TV, elettrodomestici e luci che si accendevano e si spegnevano da sole; oggetti che sparivano e poi riapparivano; porte scorrevoli che si aprivano da sole, luci nel fienile, dove non c’era elettricità; e altro ancora.
“Era un sabato pomeriggio soleggiato, quando mi trovavo in camera da letto e cercavo di fare un sonnellino.

Ricordo chiaramente gli eventi. Ho guardato il mio orologio ed erano le 13:00 mentre mi sdraiavo sul mio letto e chiudevo gli occhi. Dopo poco mi risvegliai sopraffatto da una grande paura, come se qualcuno mi stava strangolando, mentre aprivo gli occhi avevo davanti una scena agghiacciante: l’ombra scura di un uomo con le braccia protese verso di me. Ho richiuso gli occhi per un istante, quell’ombra scura continuava a fluttuare verso di me, con le braccia tese come per soffocarmi! Ero paralizzato dalla paura … fortunatamente poi è scomparso. “


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *