iFantasmi.it

Storie vere di fantasmi.

Storia di un aereo infestato e del fantasma di una hostess simpatica

Storia di un aereo 1
Questa è una storia incredibile che ha come protagonisti un aereo infestato e il fantasma di una simpatica hostess che vi lavorava. Il velivolo, un Jumbo Boeing 747-200, apparteneva alla Aerolineas Argentinas, che lo aggiunse alla sua flotta il 13 gennaio 1979.

Tutto inizia quando una hostess della compagnia aerea si accorge di avere un male incurabile. In questa situazione, l’assistente di volo chiese all’azienda di programmarla su quell’aereo, in quanto ne era particolarmente affascinata, poiché quell’aereo aveva effettuato il suo primo volo l’8 dicembre 1978, data in cui in Argentina si celebra il giorno dell’Immacolata Concezione.Dopo essere stata accontentata e terminata la sua giornata di lavoro, il giorno successivo la hostess muore. Poco tempo dopo iniziano strani eventi.

Ecco cosa racconta un pilota in pensione di Aerolineas Argentinas:
“Alcuni mesi dopo, mentre l’aereo era in un hangar per manutenzione, una figura molto sfocata e trasparente apparve a due meccanici nella stiva posteriore. Dopo attimi di paura e confusione l’aereo venne controllato e come previsto non fu trovato nulla. In un’altra occasione, mentre gli addetti alle pulizie stavano riordinando la cabina di pilotaggio, hanno sentito dei rumori nella sezione di prima classe. Uno di loro scese le scale e in piedi in mezzo al corridoio vide una figura umana in uniforme da hostess.”

Storia di un aereo infestato 2
Successivamente diverse persone hanno riferito di aver visto il fantasma di un’assistente di volo, in diversi scali del mondo, come Madrid, dove alcuni meccanici hanno visto l’ombra nella cabina passeggeri. I malcapitati sono usciti terrorizzati dal velivolo e hanno detto al comandante del Jumbo che il suo aereo era infestato.
Il Boeing 747 è stato messo fuori servizio nel 2001, e nel 2014 è stato demolito nell’aeroporto Internazionale Ministro Pistarini di Ezeiza, a Buenos Aires.

Ci sono anche i resoconti del personale di sicurezza dello scalo, che hanno riferito di strani rumori mentre l’aereo era chiuso e non c’era nessuno all’interno.

Come fatto curioso da notare: la registrazione assegnata al velivolo era LV-MLO, e a causa della serie di strani eventi, la gente iniziò a chiamarlo LV-MALO.

Storia di un aereo 3
Un ricercatore di attività paranormali argentino ha raccontato che nel 2000, durante una sosta dell’aeromobile a Barajas, un paio di meccanici di Air Plus furono spaventati dalla presenza di “qualcosa” che era nella cabina passeggeri, e un po’ per la storia sinistra dell’aereo infestato e forse anche a causa di quest’ultimo episodio, fu deciso di cancellarlo e il Boeing 747 LV-MLO smise di volare per sempre.

Una volta dismesso, nel 2001, i fatti strani continuarono. Un giorno 5 meccanici che lavoravano sui motori per rimuoverli, sentirono forti rumori all’interno e poiché non c’erano scale e i portelloni erano chiusi, decisero di usare una gru per alzarsi e guardare dai finestrini all’interno del Jumbo-jet. Rimasero scioccati nel vedere una hostess che camminava lungo il corridoio.

Un tecnico aeronautico di nome Hernan dichiarò quanto segue:
“Ero uno dei meccanici incaricato di spostare l’aereo infestato sul lato della pista. Come meccanico, attesto che tutto ciò che dicono è assolutamente vero. Ad ogni modo, se dovevi lavorare di notte accanto a quel Boeing 747, faceva tanta paura che evitavi di guardarlo.”

Storia di un aereo 4
Un altro dipendente dell’aeroporto di Ezeiza, ha assicurato che l’aereo era infestato:
“Lavoro qui e ogni tanto mi avvicinavo a guardare MaLO. L’ultima volta ho fatto un giro di notte, alle 01:30, intorno al perimetro dell’aeroporto. Quindi sono arrivato vicino all’aereo alle 01:40 circa. Era inquietante, illuminato dai fari del camion, ho scattato delle foto che purtroppo sono sparite dal mio cellulare in modo misterioso, quando le ho osservate, vicino a uno dei finestrini ho potuto scorgere una figura biancastra simile a un viso femminile con i capelli corti.”

Infine, c’è una nipote dell’hostess fantasma, che ha scritto il seguente messaggio su un noto forum argentino:
“Mia zia sorriderà sapendo che la ricordiamo. Bella, come sempre. Vorrei poter mettere la foto qui … La sua vita è stata la Aerolíneas Argentinas. Nella sua casa c’erano ovunque spille, adesivi e loghi di compagnie aeree. Era tremendamente divertente, simpatica, generosa, onesta, sfacciata e sorridente. Non ho dubbi che come fantasma si sia anche divertita a spaventare le persone! Per motivi di rispetto, non dirò il suo nome. Un abbraccio!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *