Tormentata dai fantasmi e dal suono inquietante di un carillon

Alcune storie di fantasmi sono più spaventose di altre, tutte storie vere e documentate. Quella che state per leggere è terrificante e inquietante.

Avevo 13 anni quando i miei genitori si sono separati, e mio padre si trasferì a Roma. La sua “nuova” casa era in realtà un piccolo appartamento del centro, non so esattamente quando era stato costruito, ma sembrava piuttosto vecchio e una scritta sulla trave del seminterrato riportava la data del 1912.

Da quando sono diventata maggiorenne vado a trovarlo quando voglio, e la prima volta che sono entrata in quell’appartamento ho notato subito una strana sensazione: non era opprimente, ma sentivo che c’era qualcosa in casa, forse un fantasma!

Quel giorno mio padre mi accompagnò nella mia stanza, e mi ricordo che rimasi colpita da un vecchio armadio, con le ante che non chiudevano bene.

Per tutta la notte ho cercato di ignorare la sensazione che qualcuno mi stava osservando, ho anche sentito strani rumori e dei passi che andavano su e giù per le scale, pensai agli spiriti maligni e ai racconti che si sentono tra ragazzi.

D’improvviso ho sentito la musica di un carillon, ma ho subito pensato che proveniva dall’appartamento accanto, così, anche se un poco agitata, ho preso sonno.


Tormentata dai fantasmi e da un carillon

La mattina dopo ho parlato con mio padre e la sua compagna, raccontandogli tutto e chiedendo se in quella casa c’erano i fantasmi. Lui ha riso subito, dicendomi che era solo una mia impressione e che comunque in casa non avevano nessun carillon, ma la sua donna mi ha raccontato storie diverse, anche a lei era successo di sentire qualcuno che fischiettava al piano di sopra, quando era da sola in casa, e la notte vedeva anche delle ombre vicino al suo letto, lei ci crede ai fantasmi.

La notte successiva ho sentito di nuovo la musica, sono scesa giù per controllare se qualcuno aveva lasciato una radio accesa, non c’era niente, così sono tornata a letto. Il fantasma era tornato, nel buio della camera sentivo aprire e chiudere le ante dell’armadio, e anche la sedia si muoveva, come se qualcuno la trascinava sul pavimento.

Il giorno dopo eravamo tutti e tre seduti a giocare a Monopoli sul tavolo della cucina, e ho sentito dei rumori provenire dal piano di sopra, era il chiavistello della porta che girava. La mia camera era proprio sopra dove eravamo seduti.

La compagna di mio padre mi fissò, aveva lo sguardo scioccato, senza dire niente mio padre si alzò e andò a controllare al piano di sopra, tornò in cucina ridendo e tenendo tra le mani un piccolo carillon.

Mi chiese se fosse mio e disse che lo aveva trovato davanti la porta della mia camera. In quel momento avevo i brividi, non riuscivo a credere in quello che vedevo, ero troppo spaventata e pregai mio padre di riaccompagnarmi a casa.

Non tornai più in quell’appartamento e loro traslocarono alcuni mesi dopo …


Guarda anche:

23 Comments on “Tormentata dai fantasmi e dal suono inquietante di un carillon”

  1. Ciao guarda io sono uno molto credente a queste cose infatti credo che accadono sopratutto a chi crede fortemente e comunque capita pure a me ogni tanto di sentire musiche suoni o passi secondo me queste cose esistono perche a volte li vedo pure e mi fanno sentire sicuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *