Un fantasma nero accanto al mio letto mi guardava


Svegliarsi nel cuore della notte e ritrovarsi accanto una strana figura, un fantasma nero nascosto nell’ombra, immobile, ci guarda fisso negli occhi e poi scompare.

E’ questa un’esperienza molto comune, un fantasma nero è riportato in numerose testimonianze di apparizioni di spiriti. Si tratta realmente di fenomeni paranormali oppure è solo frutto della nostra suggestione?

La nostra esperienza ci porta ad essere cauti, le storie vere di fantasmi si contano a migliaia, e ognuno di noi, nel suo piccolo, mantiene in segreto qualcosa di inspiegabile, un fatto inquietante che cerchiamo di dimenticare e che non si ha il coraggio di raccontare …

Spesso ad esempio si ha la sensazione di essere osservati. Questa situazione si verifica sempre in un particolare punto della casa e in un momento particolare della giornata.

A volte percepiamo delle ombre che hanno forme vagamente umane, mentre altre volte sono meno distinguibili.


In molti raccontano anche la sensazione di essere toccati. Altri sentono qualcosa che sfiora il loro volto, come fosse una ragnatela, oppure una mano che sfiora i capelli o ci tocca una spalla.

A testimoniare tutto ciò, riportiamo la storia tragica di Natascia: “mi è accaduto un fatto molto strano che voglio raccontarvi.

Circa cinque anni fa, al mattino prima di svegliarmi, ho avuto la sensazione che qualcuno si fosse seduto sul bordo del mio letto, subito dopo ho sentito una mano gelida posarsi sulla mia, ho pensato che fosse mia madre, magari era entrata in camera mia.

Ma quando ho aperto gli occhi ho visto un fantasma nero, era una figura vestita con una tonaca nera e un cappuccio in testa. Dallo spavento a momenti mi veniva un colpo.

Un fantasma nero accanto al mio lettoDopo un mese abbiamo avuto un frontale in auto, io e i miei genitori. Da quella volta li mia madre ha cominciato a stare male, si era ripresa dalla frattura alla clavicola ma aveva un danno perenne che insieme al diabete tipo 2 piano piano l’ha portata alla morte per ischemia ventricolare.

La sua morte è avvenuta in casa il 15 ottobre. Dopo un mese, alle 5.40, apro gli occhi per svegliarmi e vedo di nuovo il fantasma nero, la figura con la tonaca e il cappuccio in testa, stava davanti a me, era lì che mi fissava.

Non mi spavento questa volta, richiudo gli occhi, li riapro per guardare la sveglia e rivedo la figura davanti a me in piedi.

Alle 6 suona la sveglia e la figura scompare. Cosa voleva dirmi? Non credo che fosse negativa, ormai mia madre era morta, che male potrebbe farmi questo spirito?”.


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

2 Commenti su “Un fantasma nero accanto al mio letto mi guardava”

  1. salve a tutti, lascio la mia esperienza di sensitivo, accudisco persone anziane, e una volta mentre accudivo un anziano sacerdote che era quasi alla fine, gli dissi se vedeva qualcosa, mi fece un cenno con la testa per dire no, mi allontanai un po’ e dopo poco che aspettavo altri che arrivassero, ebbi una stana sensazione verso la porta, guardandola bene vidi che si formò come uno specchio d’acqua che si muoveva di vita propria, dopo un po’ vidi una figura maestosa per altezza e figura, riconobbi subito quella antica e conosciuta figura, un angelo, i colori erano scuri ma belli, non saprei descriverli bene, è vero ciò che si dice, certe cose bisogna viverle per capirle, comunque vedo questa figura guardare verso il sacerdote, dopo poco morì, nel dubbio chiesi ad un ‘altra sensitiva,( ero alle prime armi ed esperienze) mi confermo che era l’angelo della morte, se quello era lui, posso garantirvi che vederlo non è affatto brutto come si pensa, la sua figura era come quei angioletti del presepe col vestito grande largo ai piedi, che non si vedevano. il solo ricordo mi porta un senso di rispetto e no di paura. ed ho capito allora cosa sono gli angeli e cosa si sente a vederli, altri eventi mi sono capitati dove ho visto spiriti manifestarsi, e di questo ne è presente la mia ragazza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *